oltrelavetta

vie d'arrampicata

Via Ciavazes Integrale, Piz Ciavazes

                                                    

Integrale

 

                                             

 

 

 

     

 

                                                              PIZ  CIAVAZES  M. 2828 – PARETE  SUD

 

DATA RIPETIZIONE:    /10/2018

NOME VIA : “Ciavazes Integrale” (I. e E. Rabanser-H.Grill- F.Kluckner- M.Heiss)

DIFFICOLTA’: VII+

SVILUPPO: 600 m. circa

TEMPO DI SALITA: 9.30 h.

MATERIALE: Lungo la via si trovano fix con anello alle soste, chiodi normali e cordini in clessidra. Occorre portare una serie completa di friends Camelot (dallo 0,3 al 3), alcuni nuts piccoli e cordini in kevler. Chiodi non indispensabili, ma una piccola scelta (3-4) potrebbe tornare utile per eventuali emergenze.

CORDATA:  Filippo Nardi-Walter Piva

COMMENTO: Il grande e riconosciuto intuito dei primi salitori ha saputo disegnare una linea favolosa, da sempre sotto gli occhi di tutti. Magnifica salita che percorre per intero il Piz Ciavazes con arrampicata varia e sempre piuttosto sostenuta. Nonostante vi siano numerose placche tecniche, non mancano i tiri atletici, lungo bellissime fessure e diedri in strapiombo. Nella parte bassa, caratteristico il traverso sotto il “tetto Rabanser”, dove serve integrare le protezioni in loco con alcuni friends. La parte alta, forse più impegnativa rispetto a quella inferiore, è superlativa e caratterizzata dalla “Diagonale Rabanser” (placca molto tecnica) e da “La Piuma” (ultimo tiro in fessura sottile, da proteggere). In genere la roccia è molto buona, a tratti ottima; solo la parte alta presenta brevi tratti friabili, nonostante il buon lavoro di pulizia fatto dagli apritori. Molto consigliabile!

AVVICINAMENTO: Dalla strada per il Passo Sella, dove si parcheggia per tutte le varie vie del Ciavazes, per tracce si sale alla base della parete, arrivando all’attacco, posto presso un pilastro addossato alla parete, tra le celebri vie Micheluzzi/Castiglioni a sx e Schubert a dx. Circa 0,20 h.

DISCESA: Si attraversa a sx (faccia alla parete) per circa 200 m il pendio detritico sulla cima del Ciavazes (tracce e qualche ometto) verso lo spigolo ovest. Sul ciglio della parete (ometto evidente) si incontra la prima delle tre calate in doppia. Tutte da 50 metri. Poi ci si congiunge con la via normale della Seconda Torre del Sella e per sentiero si ritorna al parcheggio lungo la strada. Circa 1.30

Written by filippo

November 24th, 2019 at 5:05 pm

Posted in