oltrelavetta

vie d'arrampicata

Spigolo de Cunfin, Piccolo Campanile del Sassopiatto


 

 

 

 

                       

 


 

 


                    PICCOLO  CAMPANILE  DEL  SASSOPIATTO  M. 2533 – PARETE  NORD

 

DATA RIPETIZIONE: Luglio 2005

NOME DELLA VIA: “Spigolo de Cunfin” (I.Rabanser-S.Comploi- K.Malsiner (29-30/6/1996)

SVILUPPO: 580 m. circa

TEMPO DELLA SALITA: 7.10 h.

MATERIALE: Portare una serie completa di friends (Camelot), una di nuts, una scelta di chiodi e numerosi cordini in kevlar.

CORDATA: Filippo Nardi-Beppe Lupezza

COMMENTO: Interessante via alpinistica, in bellissimo ambiente, a tratti un po’ discontinua, ma meritevole di essere maggiormente conosciuta. Quest’angolo del Sassolungo è, da un punto di vista arrampicatorio, ingiustamente trascurato. nella parte sottostante la Cengia a spirale presenta alcuni tratti delicati a causa della roccia friabile, mentre, nella metà superiore, la via offre alcuni tiri estetici, esposti e con roccia buona. Non molti i chiodi in posto; noi ne abbiamo utilizzati alcuni per rinforzare certe soste, mentre sui tiri ci si protegge adeguatamente con friends e nuts.

AVVICINAMENTO: Dal Monte Pana si segue il sentiero che conduce al rif. Vicenza, sino alla deviazione per il rif. Sassopiatto. Si traversa in direzione ovest e per breve ghiaione, si raggiunge la base della parete. L’attacco è situato un poco a dx dello spigolo poco marcato. Circa 1.15 h.

DISCESA: Dalla vetta portarsi in direzione S sulla vicina sella erbosa, dove sopra la verticale parete si trova un ancoraggio per la calata in doppia. Con una doppia da 50 m. si raggiunge il canalone sottostante, poi abbassarsi sul fondo dello stesso per circa 40 m., fino a poter uscire verso dx su di una piccola spalla erbosa (II). Scendere per una rampa ad un terrazzo detritico, poi facilmente lungo un colatoio o sulle rocce erbose  a sx di esso, fino al grande catino che caratterizza il versante est (II). Si percorre ora verso Sud una piccola cengia, molto esposta, e al suo termine scendere per un canalino grigio alle ghiaie basali (II). Per la conca detritica, in breve si raggiunge il sentiero ed il rif. Vicenza. Circa 1.30 h.

 

Written by filippo

May 9th, 2020 at 1:57 pm

Posted in