oltrelavetta

vie d'arrampicata

Il mondo imprigionato dal materialismo, Col di Bousc

 

Il Mondo imprigionato dal Materialismo

                                                  COL  DI  BOUSC  M.2494 – PARETE  OVEST

 

DATA RIPETIZIONE:  22 /8/2018

NOME DELLA VIA: Via “Il mondo imprigionato dal materialismo” (H.Grill-S.Scheider-F.Kluckner-B.Holzer, luglio 2017)

DIFFICOLTA’: VI+/A1 (2p.)

SVILUPPO:220 m.

MATERIALE: Portare friends fino al n°1 Camelot ed alcuni tricam. In via cordoni in clessidra e chiodi normali

TEMPO DI SALITA: 4 h.

CORDATA: Filippo Nardi-Juri Lucchesi

COMMENTO: Nonostante il modesto sviluppo, si tratta di una bellissima via, in puro stile Marmolada (versante sud), su roccia ottima e compatta, ricca di buchi svasi o più profondi. In alcuni tratti, i buchi non abbondano e sono distanti; utile aver un po’ di  dimestichezza con le placche di aderenza! In via si trovano chiodi tradizionali e cordini in clessidra, spit solo alle soste. Senz’altro utili alcuni friends fino al rosso (1) Camelot e due/tre tricam, molto adatti al tipo di terreno.

AVVICINAMENTO: Dal Lago Fedaia si raggiunge un parcheggio posto nei pressi dell’Hotel Rifugio Dolomia. Da qui, seguire verso ovest il sentiero n°618 (lungo aquedotto in cemento) fino in prossimità della parete del Col di Bousc. Si abbandona il sentiero e, per ripide tracce e prati, salendo verso sx, si raggiunge l’attacco, a dx della cascata/colata che scende lungo la parete (cordone). Circa 0,40 h.

DISCESA: Dal prato sommitale seguire la dorsale erbosa in direzione est (rari ometti), inizialmente in salita, per poi raggiungere, dopo aver aggirato il Col di Bousc, il sentiero che riporta al parcheggio. Circa 0,50/1 h.

 

 

Written by filippo

October 5th, 2018 at 7:15 pm

Posted in