oltrelavetta

vie d'arrampicata

Abram, Cima Grande

 

                                                            CIMA  GRANDE  DI LAVAREDO  M.2999    PARETE NORD -OVEST

 

DATA  SALITA:  luglio 2005

NOME VIA:  Abram (E.Abram-S.Schrott, dal 14 al 18/8/1961)

DIFFICOLTA’: VI con tratti di A1 e A2

SVILUPPO: circa 440  m.

MATERIALE: portare friends ( un paio anche grandi) e nuts, più una piccola scelta di chiodi per sicurezza.

TEMPO DI SALITA: 7,40 h.

CORDATA: Filippo Nardi- Piero Colombo

COMMENTO: bella e faticosa salita che, pur se di sviluppo abbastanza contenuto, risulta piuttosto intensa ed atletica; in particolare il primo tiro, dove molti passi vengono fatti in artificiale (cautela nell’uso dei vecchi chiodi in loco…). Le lunghezze nel diedro centrale sono molto esposte e presentano un’arrampicata decisamente fisica. Sconsigliata la ripetizione dopo piogge, in quanto alcuni tratti bagnati, come è successo a noi, rendono la progressione artificiale anche dove si potrebbe passare in libera senza troppi patemi.

AVVICINAMENTO: Dal rifugio Lavaredo raggiungere facilmente f.lla Lavaredo e seguire la traccia che conduce alla base della parete nord della Cima Grande. Superati gli attacchi delle classiche Hasse e Comici, proseguire sulla dx e seguire un canale di ghiaie e detriti, costeggiando sempre la parete, sino nei pressi di una zona strapiombante. Salire sulla dx  per cengette e gradoni, superando così il tratto strapiombante suddetto. Con una traversata riportarsi verso la parete, in un canalino, da risalire( passi di II) fino allo sbocco di una grande caverna. Circa o,50h.

DISCESA: Seguire verso dx (est) la cengia circolare, sino al canale dove sale la via normale. Continuare la traversata verso dx per circa 80 m., arrivando a raggiungere un pronunciato spallone che delimita la parete sud. Scendere lungo di esso (poco visibili segni rossi), con attenzione (possibili doppie), e raggiungere la sottostante cengia inferiore. Percorrerla verso sx, portandosi in direzione ovest, verso la f.lla Grande che si raggiunge scendendo un ripido e franoso canale. Circa 1.30 h. Facilmente poi, per tracce, ai rifugi Lavaredo e Auronzo.

Written by beppe

July 26th, 2011 at 8:46 pm

Posted in