oltrelavetta

vie d'arrampicata

Via della fessura, Cima della Busazza

 

                                                   CIMA  BUSAZZA  M. 3325   PARETE  NORD

 

 

DATA RIPETIZIONE: Agosto 1997

NOME VIA:  Via della fessura (U. Dell’Eva-A. Taddei, 1969)

DIFFICOLTA’: VI

SVILUPPO:  500 m. circa

TEMPO DI SALITA: 7,40 h.

MATERIALE: Serie completa di nuts, friends. Utili alcuni chiodi vari e parecchi cordini.

CORDATA: Filippo Nardi-Silvio Valzelli

COMMENTO: Via molto bella, non troppo difficile, ma immersa in un contesto stupendo di alta quaota! Segue una ben evidente serie di fessure e poi, nella parte superiore, alcune belle placche inclinate. La roccia è buona, a volte un po’ lichenosa. Importante attaccare quando la parete è asciutta, in quanto le placche sommitali diventerbbero assai impegnative da superare. Decisamente meritevole!

AVVICINAMENTO: Piuttosto lungo e difficoltoso, soprattutto sul ghiacciaio. Dall’Alveo Presena, seguire le morene in direzione di un grande spuntone, ben evidente, alla base del ghiacciaio. Raggiuntolo, si salgono le nevi verso dx, evitando così la grande crepacciata centrale. Poi si rientra verso sx su ghiaccio meno ripido, sino ai piedi della parete. Si attacca a dx di un netto spigolo, in corrispondenza di una placca convessa di rocce lisce e strapiombanti, presso rocce bianche e a dx di un contrafforte di circa 50 m. Circa 2,30 h.

DISCESA: Noi abbiamo percorso la cresta nord-est, a tratti affilata ed impegnativa, sino al punto più alto. Poi siamo scesi per l’evidente canalone innevato verso la Val cercen. Da qui, al rif. Denza. Circa 2,30 h.

Written by beppe

July 26th, 2011 at 8:52 pm

Posted in